Lug 1, 2015
7035 Views
4 0

Unità didattica di apprendimento sul sistema nervoso

Written by

Questo percorso di educazione alla salute nell’ambito della trattazione del Sistema Nervoso è stato elaborato da Alessandra Cuminale

a questo link lo schema dell’UDA con misure compensative e dispensative per studenti con DSA

Percorso didattico: “ COS’HAI NELLA TESTA?”

Il percorso, pensato per una seconda Istituto Professionale, ha innanzitutto lo scopo di presentare in
un modo un po’ più accattivante, rispetto alla classica lezione frontale basata sul libro di testo, il
Sistema Nervoso, prendendo in considerazione degli aspetti che possano suscitare l’interesse e la
curiosità dei ragazzi. In genere in questo tipo di scuola i ragazzi non pongono molto impegno nello
studio a casa, ed è quindi importante riuscire a coinvolgerli, in modo che i concetti fondamentali
vengano appresi direttamente in classe.
E in secondo luogo di sensibilizzarli sulle conseguenze che provoca l’abuso di sostanze stupefacenti
sul Sistema Nervoso; tutto ciò anche nell’ottica delle Linee Guida ministeriali che per il secondo
anno di corso delle Scuole Secondarie di Secondo Grado suggeriscono di porre particolare
attenzione all’educazione alla salute.
1 lezione:
Metodologia e strumenti → La lezione si svolge in aula multimediale, dove sono presenti videoproiettiore e pc collegato a
internet.
Proiezione di una presentazione in ppt.
L’argomento viene introdotto attraverso un video divertente collegato a qualcosa che già conoscono.
Ad esempio video tratto da una puntata de “I Simpson”, cartone animato di cui ogni tanto i ragazzi
parlano, in cui si fa riferimento al cervello di uno dei protagonisti.
https://www.youtube.com/watch?v=nE8htWaIHXM
Obiettivo → catturare l’attenzione.
Introduzione di alcuni concetti fondamentali di anatomia e fisiologia, considerando uno dei nuclei
fondanti della biologia, ovvero il collegamento tra struttura e funzione.
Argomenti →
 “Un po’ di anatomia” → il sistema nervoso: qual’è la sua funzione e da quali organi è
formato
 “Le cellule nervose si moltiplicano?” → il tessuto nervoso, il neurone, le sinapsi, la
trasmissione del segnale elettrico
Il docente fornisce agli studenti le fotocopie delle slide con lo spazio necessario per prendere
appunti.
2 lezione:
Argomenti →
 Le droghe leggere.
In genere gli studenti, in particolare quelli del Professionale per la mia esperienza, sono molto
incuriositi nel momento in cui si parla di droghe, questo è il motivo per cui il percorso le prende in
considerazione, anche perché in genere sorgono spontaneamente domande relative a questo
argomento.
Obiettivo → catturare l’attenzione dei ragazzi e collegare gli argomenti trattati nella lezione
precedente.
Metodologia e strumenti → La lezione si svolge nel Laboratorio di Informatica.
Lavoro di apprendimento cooperativo su tematica assegnata, nell’ambito del quale gli studenti
vengono suddivisi in gruppi e o ognuno di loro assume un preciso ruolo all’interno del gruppo:
 lettore
 relatore
 moderatore
 controllore del tempo
 osservatore
 sintetizzatore
I ruoli possono variare in base al numero dei componenti del gruppo.
Ogni gruppo deve cercare in internet un articolo scientifico di livello divulgativo.
Il docente dà indicazioni sui siti dove gli studenti possono trovare il materiale.
Ad esempio sul sito on line de Le Scienze ci sono molti articoli relativi agli effetti che derivano
dall’uso della Marijuana. http://www.lescienze.it/ricerca?query=marijuana&x=0&y=0
Il compito degli studenti è quello di esaminare il materiale on line, scegliere l’articolo e leggerlo,
sotto la supervisione dell’insegnante che dovrebbe aiutare gli studenti nella lettura e comprensione
del testo, suggerendo ad esempio di individuare delle parole chiave che poi li aiutino
nell’esposizione del contenuto al resto della classe.
3 lezione:
Argomenti →
 Le droghe pesanti.
Effetto della cocaina sul cervello, da collegare alle nozioni relative alle sinapsi e ai
neurotrasmettitori trattate nella prima lezione (da riprendere brevemente all’inizio della lezione,
proiettando il ppt, e ponendo delle domande agli studenti).
Metodologie e strumenti → La lezione si svolge in aula multimediale.
Visione di un video preso da youtube che fa vedere gli effetti dell’uso della cocaina su naso e palato.
Obiettivo → i ragazzi rimangono facilmente impressionati da danni evidenti sull’aspetto fisico delle
persone, quindi a mio avviso la visione di questo video potrebbe rappresentare una strategia per far
ricordare loro l’argomento della lezione
https://www.youtube.com/watch?v=EoiOXQ1tqrc
Presentazione in ppt.
Questo argomento si presta anche ad un collegamento interdisciplinare con la chimica.
La lezione viene fatta in copresenza col docente di chimica che illustra loro la composizione
chimica di un neuotrasmettitore, ad esempio la dopamina.
Obiettivo → favorire in loro il processo di collegamento tra la realtà che li circonda e quello che
studiano a scuola.
Attività alternativa → Sarebbe interessante organizzare un incontro con una delle associazioni che
si occupano di prevenzione. Ad esempio: http://italiano.narconon.org/educazione-sulledroghe/prevenzione-nelle-scuole/
Ovviamente quest’attività implicherebbe delle ore in più di
quelle ipotizzate per il percorso.
4 lezione:
La lezione è dedicata al tema della “Memoria”, che si collega agli effetti dell’abuso delle droghe.
Metodologie e strumenti → La lezione si svolge in aula multimediale.
Visione di uno spezzone di un video tratto da una serie tv americana (adesso vanno molto di moda,
e sono conosciute dai ragazzi) che si chiama “Balck Mirror”.
Il tema comune di tutte le puntate di questa serie è l’incedere ed il progredire della tecnologia,
l’assuefazione da essa causata, ed i suoi effetti. La puntata collegata al tema della memoria è
“Ricordi pericolosi”. https://www.youtube.com/watch?v=WxsIsZYITfI
Presentazione in ppt.
Argomenti trattati →
 Il cervello
 Memoria a breve e a lungo termine
 Come si ricorda (olfatto, emozioni, osservazione, associazioni)
Attività ludica che prevede l’utilizzo di giochi di memoria che si possono trovare in rete.
 Giochiamo!
https://www.youtube.com/watch?v=FyDfsEwCQt0
https://www.youtube.com/watch?v=7qDNeLy1Dj0
https://www.youtube.com/watch?v=nSwqCNGjoG
La lezione si presta a collegamenti interdisciplinari con la letteratura e la storia: i docenti delle
due discipline potrebbero dedicare una delle loro ore alla trattazione di un argomento legato alla
memoria.
Attività alternativa → Visita ad una mostra tipo quella che era stata allestita a cavallo tra il 2013 e il
2014 a Milano, “Brain – Il cervello, istruzioni per l’uso”, all’interno del Museo di Storia Naturale.
http://www.ticket.it/brain/mostra.html

BIBLIOGRAFIA
M. Minoli, La memoria – Un primo approccio allo studio delle Neuroscienze nella Secondaria di
Secondo Grado, EmmeciQuadro, n. 53, giugno 2014

SITOGRAFIA

http://www.lescienze.it/ricerca?query=marijuana&x=0&y=0

http://italiano.narconon.org/educazione-sulle-droghe/prevenzione-nelle-scuole/




http://www.ticket.it/brain/mostra.html

Article Categories:
Insegnanti · Tutto

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.
Ok